che a nulla porti il nulla

cenni.2019©salvatoremarrazzo

 

che a nulla porti il nulla è già qualcosa
e la smettano di non dire il non dicibile
anche se lo ammetto è già qualcosa
che vengano vengano meno siori!
vengano e vadano per il nulla o
al diavolo un cenno sarà sufficiente
un nonnulla del capo al limite in limine
faremo un altro cenno a capo

maria grazia insinga

i bacili di bartolo

alfabeti.2019©salvatoremarrazzo

 

tagliate questa testa via gli occhi stanno lì
le voci sono lì e non riesco a prenderle
attaccatela
ai rami
di un albero
per i capelli
la testa di tutte le voci in giù
tagliate la testa anche a loro l’altra è lì

maria grazia insinga

inverse

scrittura.2919©salvatoremarrazzo

 

una è nera l’altra bianca chi l’una
chi l’altra uguali dunque diverse
in braccio l’una all’altra sul delta
puntella ogni sonno alla rovescia
l’altra all’una e l’una all’altra

maria grazia insinga

dal cane corallo

untitled.2019©salvatoremarrazzo

il cane non
spreca parole –
nostra
associazione
fumosa – abbaia a
malincuore, per
ruolo noi
crediamo, alla
postina
al volantino pubblicitario
forse che lui è
contrario a tutto
quello spreco di
carta – e mai
una lettera per me
e lui?

giampaolo de pietro

abbonato al programma delle nuvole

mediterraneo. 2019©salvatoremarrazzo

quella nuvola ha
il profilo liscio di
balena, si sta
assottigliando.
ce n’è un’altra
più rapace ha ali
divise. abbonato
al programma
delle nuvole, per
il cane la porta
che si apre è
la scena madre.

giampaolo de pietro

per alfa (manetas)

senzatitolo.2019©salvatoremarrazzo

apriti il mondo intorno
assumi la curvatura della polena
anticipa il vento che arriva
arriva anche tu dal futuro
a costo di fendere il ghiaccio
attorno alla tua vita
anima della prua
anima della schiuma

valerio  magrelli

dietro la porta il buio

senzatitolo.2019©salvatoremarrazzo

le mani afferrano il vuoto
oltre la porta di casa
le radici sono spezzate
il respiro ha il sapore degli addii.
ho paura perfino di guardare
nelle stanze dove si è perso il cuore.
l’enigma di un piano inclinato
è un grido perduto nel vento.
sono andati via davvero
qui non c’è più nulla da stringere.

nicola vacca

 

strisce bianche

nuvole.2019©salvatoremarrazzo

strisce
bianche
sono
nuvole
che si
scostano
cirri
di cui
si legge
ben poco

s.m.

è così

senza titolo.2019©salvatoremarrazzo

è così
il sole
quando mi alzo.
usurpato

s.m.

codice

campo.2018©salvatoremarrazzo

quand’ero ancora ragazzo
ho provato più volte di seguito
a colpire qualcosa con un sasso
o a saltare più scalini possibili
prima che dietro di me
si chiudesse la porta del condominio

quello che stavo facendo
era un gioco subconscio
che mi permetteva
di non annoiarmi
con me stesso
e di pensare a ciò che era invisibile

cosa mi sarebbe piaciuto vedere
non era mai espresso
in modo inequivocabile – anche se
alcuni si ostinavano a dire che era nascosto
proprio in quel prendere la mira
e in quel saltare

primoz cucnik